DGAC

La Direction Générale de l'Aviation Civile è responsabile in Francia dell'applicazione del Programma SAFA (Safety Assessment of Foreign Aircraft) istituto dall'Unione Europea. Il suo compito è quello di eseguire controlli tecnici sugli aeromobili a terra per supervisionare la sicurezza aerea e le attività dell'aviazione civile sul territorio francese. I 50 ispettori tecnici operanti nei grandi aeroporti francesi della Francia metropolitana e dei suoi territori d'oltremare effettuano quasi 2.500 ispezioni l'anno.

Guardate il video

La Direction Générale de l'Aviation Civile ha scelto FileMaker Pro e FileMaker Go per gestire tutti i resoconti delle ispezioni sugli aeromobili sul territorio francese.

RECIF, un database sviluppato con FileMaker, è un'applicazione interamente dedicata ai vari settori della DGAC legati ai controlli tecnici sugli aeromobili e al monitoraggio degli operatori aerei. Oggi, l'uso di FileMaker Go consente a tutti gli ispettori tecnici di effettuare i controlli ai piedi dell'aeromobile servendosi del proprio iPad.

In sintesi

  • La Direction Générale de l'Aviation Civile (DGAC) è un'autorità amministrativa francese sotto il controllo del Ministero dell'ecologia, dello sviluppo sostenibile e dell'energia.

Settore

  • Aerospace/Defense Governo

Soluzione

  • In collaborazione con l'azienda Interface, la DGAC ha implementato la soluzione FileMaker RECIF, interamente dedicata all'attività degli ispettori SAFA della DGAC, per gestire tutti i resoconti delle ispezioni.

Vantaggi

  • Adattabilità Praticità e semplicità d'uso Solidità e tempi di risposta rapidi
DGAC 1

La Direction Générale de l'Aviation Civile è responsabile in Francia dell'applicazione del Programma SAFA (Safety Assessment of Foreign Aircraft) istituto dall'Unione Europea. Il suo compito è quello di eseguire controlli tecnici sugli aeromobili a terra per supervisionare la sicurezza aerea e le attività dell'aviazione civile sul territorio francese. I 50 ispettori tecnici operanti nei grandi aeroporti francesi della Francia metropolitana e dei suoi territori d'oltremare effettuano quasi 2.500 ispezioni l'anno.

RECIF, la soluzione sviluppata con FileMaker Pro, viene utilizzata dalla DGAC già da diversi anni. La soluzione è stata distribuita su iPad utilizzando FileMaker Go per garantire che tutti gli ispettori ne siano provvisti e possano effettuare i controlli ai piedi dell'aeromobile servendosi del proprio iPad.

FileMaker soddisfa i requisiti della DGAC relativi a sicurezza, solidità e stabilità del software e ha consentito di creare un'interfaccia semplice e flessibile

— Gilles Darbos, Responsabile della sottodivisione per i controlli tecnici e operativi della DGAC
DGAC 1

Problema

Prima della creazione di RECIF, la DGAC si trovava a dover affrontare un vero e proprio problema a livello di coordinamento dei dati tra gli undici uffici regionali che si incontravano solo una volta l'anno. Gilles Darbos, Responsabile della sottodivisione per i controlli tecnici e operativi, ha spiegato: “In precedenza, ogni ufficio regionale era indipendente e inseriva i dati nel proprio database, causando problemi nella condivisione delle informazioni poiché gli ispettori non potevano vedere il lavoro dei colleghi”.

Quindi, lui e il suo team hanno deciso di dare forma al progetto per la creazione di un database che potesse essere condiviso dai 50 ispettori e che sarebbe stato allo stesso tempo semplice, di facile utilizzo e intuitivo. Il database avrebbe anche consentito aggiornamenti semplici: “Poiché i regolamenti cambiano molto velocemente, era necessario essere in grado di adattarsi rapidamente ai cambiamenti legislativi a livello nazionale o europeo e poter quindi aggiornare la soluzione una o due volte l'anno”, ha sottolineato Gilles Darbos.

Dopo aver analizzato le soluzioni di mercato, la loro scelta è caduta sul software FileMaker Pro e, per lo sviluppo, sull'azienda INTERFACE, un membro di FileMaker Business Alliance.

Soluzione implementata

INTERFACE ha implementato la soluzione FileMaker RECIF, interamente dedicata al Programma SAFA della DGAC, per gestire tutti i resoconti delle ispezioni. “RECIF è frutto della stretta collaborazione tra il nostro team di sviluppatori e gli utenti finali della DGAC”, ha spiegato Emmanuel Hadrossek di INTERFACE. “Sono stati consultati tutti gli utenti e si è tenuto sistematicamente conto di tutte le loro necessità. Tutto il team della DGAC ha partecipato e partecipa tuttora attivamente allo sviluppo di RECIF ”. Ha aggiunto: “La navigazione all'interno dell'App è stata progettata in linea con il modo in cui i gruppi di utenti lavorano e viene costantemente aggiornata in base ai feedback che questi rilasciano”.

L'applicazione FileMaker consente agli ispettori di inserire i propri resoconti delle ispezioni che, dopo essere stati sottoposti a un processo di convalida e controllo della qualità, verranno direttamente integrati in un database europeo. All'interno dell'applicazione è stato integrato anche un sistema di gestione dell'attività a livello nazionale che presenta agli ispettori tutti i requisiti di ispezione.

Inizialmente pensata solo per gli ispettori della DGAC, la soluzione è progressivamente cresciuta per includere altri profili utente, in particolare la catena gerarchica responsabile della supervisione delle compagnie aeree. RECIF raccoglie molti dati che vengono ridistribuiti sotto forma di dati statistici agli altri dipartimenti della DGAC. Il signor Darbos ha confermato che “RECIF viene utilizzato come un vero e proprio strumento di gestione poiché permette di conoscere il numero dei controlli effettuati e di monitorare gli obiettivi delle ispezioni e le date di scadenza della relativa qualificazione”.

RECIF, la cui prima versione era un database di quindici tabelle, è stato trasformato in un database molto più grande di oltre 70 tabelle. “Prima di FileMaker, scattavamo fotografie ma non le memorizzavamo. Ora tutti i file multimediali (PDF, di immagine, video e audio) vengono memorizzati nel database. Le prove delle ispezioni sono allegate direttamente ai resoconti”, ha affermato Gilles Darbos.

FileMaker Go ha permesso alla DGAC di trasferire RECIF su un dispositivo perfettamente adatto alle condizioni dei controlli e alle necessità degli ispettori: l'iPad. “L'uso di FileMaker ha rivelato la necessità di un dispositivo mobile per aumentare la produttività dei team; per questo abbiamo realizzato RECIF iPAD. La distribuzione su iPad permette di fotografare le non conformità durante l'ispezione e di metterle automaticamente a disposizione delle compagnie aeree e degli ispettori”, ha spiegato il signor Darbos. Ha anche aggiunto: “L'uso dell'iPad consente inoltre al comandante di firmare la ricevuta elettronica dell'ispezione che viene successivamente inviata tramite e-mail”.

È stato naturale distribuire l'App con FileMaker Go, come ha spiegato Emmanuel Hadrossek: “La distribuzione di RECIF su FileMaker Go non ha rappresentato grossi problemi. Ha richiesto solo alcuni accorgimenti legati all'uso di uno strumento touch (navigazione, dimensione dei pulsanti, ecc.).”

Vantaggi per gli utenti

Oggi FileMaker è completamente integrato nei flussi di lavoro dei team e permette alla DGAC di ottimizzare la sua produttività: “L'App RECIF ci consente di accrescere la nostra produttività dal momento che ora bastano cinque minuti per inserire un resoconto che verrà convalidato dagli ispettori e immediatamente messo a disposizione della catena gerarchica per un controllo della qualità, prima di essere integrato nel database europeo”.

Per Gilles Darbos “FileMaker soddisfa i requisiti della DGAC relativi a sicurezza, solidità e stabilità del software e ha consentito di creare un'interfaccia semplice e flessibile. Gestendo dati altamente sensibili, la sicurezza ha sempre rappresentato per noi un punto fondamentale. Ci siamo ben presto resi conto che FileMaker garantisce una buona protezione di questi dati perché, in più di dieci anni, non abbiamo mai avuto alcun problema di sicurezza”.

Per quanto riguarda gli aggiornamenti dell'App, Emmanuel Hadrossek ha spiegato: “Per stare al passo con i cambiamenti a livello di regolamenti, rilasciamo almeno due aggiornamenti l'anno. Questi vengono implementati senza interrompere il lavoro degli utenti e sono molto rapidi dal momento che un aggiornamento minore richiede solo alcuni giorni, mentre un aggiornamento più significativo non richiede mai più di tre mesi”.

 

Contatti FileMaker

http://www.filemaker.com/it

Close

DGAC