GoodWeave International

La famosa organizzazione internazionale no profit riduce di tre quarti il numero di bambini sfruttati dall'industria dei tappeti tessuti a mano con l'aiuto di una soluzione FileMaker

La famosa organizzazione internazionale no profit riduce di tre quarti il numero di bambini sfruttati dall'industria dei tappeti tessuti a mano con l'aiuto di una soluzione FileMaker

Il fondatore di GoodWeave, Kailash Satyarthi, ha vinto il Premio Nobel per la Pace per la sua opera umanitaria mirata a evitare lo sfruttamento del lavoro minorile; un'organizzazione da lui fondata utilizza FileMaker per eseguire 3500 ispezioni l'anno

In sintesi

  • Con l'utilizzo di una soluzione FileMaker personalizzata, l'organizzazione no profit GoodWeave mira a ridurre lo sfruttamento del lavoro minorile nella produzione di tappeti tessuti a mano, dove questo fenomeno è molto diffuso. Come risultato per i suoi sforzi, il fondatore dell'organizzazione Kailash Satyarthi ha vinto il Premio Nobel per la Pace 2014.

Settore

  • No profit

Soluzione

  • La soluzione FileMaker personalizzata gestisce la raccolta fondi, i rapporti con i media e i contatti professionali e assicura l'efficienza dell'organizzazione; inoltre consolida la raccolta dei dati tra 45 persone in tre paesi.

Vantaggi

  • Offrendo una solida gestione dei dati, la soluzione FileMaker ha aiutato a ridurre di tre quarti lo sfruttamento del lavoro minorile nella produzione di tappeti tessuti a mano, passando da 1 milione a 250.000 bambini in Nepal, Afghanistan e India.
GoodWeave International 1

Il Premio Nobel per la Pace 2014, Kailash Satyarthi, ha iniziato negli anni 80 a salvare dalla schiavitù i bambini del sud asiatico, conducendo azioni pacifiste
e liberando i bambini vittime di violenze estreme. Dopo una di queste azioni, mentre stava salendo sul treno che lo avrebbe riportato a casa, ha visto decine
di bambini, nelle mani di intermediari, destinati ai telai per tappeti.

È stato in quel momento che ha deciso di fondare GoodWeave, un’organizzazione no profit che collabora con le principali aziende a livello mondiale e nelle aree di maggiore produzione di tappeti (Nepal, Afghanistan e India) per fermare lo sfruttamento minorile in questo settore. Nei due decenni successivi, GoodWeave ha continuato la sua opera riducendo del 75% il numero di “bambini tappeto”. Un fattore chiave importante è una soluzione FileMaker personalizzata che aiuta l’organizzazione a raccogliere e gestire i fondi, a condurre ispezioni all’interno delle fabbriche e a tenere traccia dei tappeti con etichetta GoodWeave attraverso l’intera catena logistica.

Nel 1999 il direttore esecutivo Nina Smith ha fondato l’ufficio statunitense di GoodWeave e attualmente è a capo dell’organizzazione internazionale che incentiva i produttori a porre fine allo sfruttamento minorile. GoodWeave invita inoltre i consumatori ad acquistare tappeti non prodotti da manodopera minorile
e contrassegnati dall’etichetta dell’organizzazione no profit.

Siamo un team minuscolo che si dedica a una missione immensa. Il contributo della nostra soluzione FileMaker è stato fondamentale per ottenere i successi nell'arresto dello sfruttamento minorile.

— Nina Smith, direttore esecutivo, GoodWeave International
GoodWeave International 1

Sfruttamento minorile ridotto di tre quarti

Nonostante le dimensioni ridotte, GoodWeave compie sforzi sistematici complessi per salvare e salvaguardare i bambini. Tredici persone nella sede centrale di Washington, D.C., raccolgono fondi, tengono conto delle entrate e delle tasse di esportazione e seguono le catene logistiche di 165 esportatori attraverso fornitori e subfornitori correlati che producono tappeti nelle fabbriche urbane e come fabbricazione artigianale nei villaggi.

Ogni tappeto certificato GoodWeave ottiene un’etichetta su cui è riportato un numero univoco. E quel numero deve poter consentire di ripercorrere l’intero percorso di produzione del tappeto, comprese a volte le operazioni di tintura e filatura, per assicurarne l’integrità.

“Fin dall’inizio, avevamo bisogno di una soluzione in grado di supportare una serie di funzioni organizzative,” afferma Smith. “Avevo già utilizzato FileMaker in precedenza in un’altra organizzazione no profit, quindi sapevo che sarebbe stato abbastanza potente e flessibile da supportare il nostro complesso modo di operare.”

GoodWeave International 3

Ispezioni che coinvolgono 39.000 lavoratori

Nel 1999, anno di fondazione di GoodWeave USA, si è iniziato a collaborare con Colibri Solutions, LLC, membro di FileMaker Business Alliance, per creare un database personalizzato che ottimizzasse praticamente ogni aspetto del lavoro dell’organizzazione no profit. Oggi la soluzione FileMaker supporta il personale della sede centrale nella gestione delle comunicazioni, degli aggiornamenti del sito Web, della raccolta fondi e finanziaria. Credendo nella causa di GoodWeave, Colibri ha contribuito pro bono a gran parte del lavoro di sviluppo.

“In qualsiasi organizzazione no profit, la priorità è rendere il lavoro sostenibile, e questo comprende una raccolta e un utilizzo efficace dei fondi,” afferma Smith. “Senza la nostra soluzione FileMaker, sarebbe quasi impossibile gestire i nostri rapporti con i finanziatori.”

Oltre a una gestione dello sviluppo a livello finanziario, GoodWeave utilizza FileMaker per tenere traccia dei dati sulle ispezioni nelle catene logistiche. Attualmente, quarantacinque persone impegnate sul campo conducono ispezioni e creano resoconti su circa 3.500 ispezioni l’anno all’interno delle fabbriche
che coinvolgono oltre 39.000 lavoratori. Le ispezioni sono difficili perché la fabbricazione dei tappeti è un’industria artigianale che si snoda tra decine di migliaia di piccole fabbriche, di capanni all’interno dei villaggi e addirittura all’interno delle case.

Durante le ispezioni vengono raccolte più di 65 categorie di dati, come la composizione della forza lavoro e l’esportatore che si è rivolto alla fabbrica.
I dati derivanti dalle ispezioni sono sensibili dal momento che le condizioni di lavoro sono inadeguate e che quasi sempre le informazioni raccolte si riferiscono ai bambini. I risultati devono essere protetti assicurando un accesso differenziato in base ai ruoli e protetto da password.

Se viene rilevato uno sfruttamento del lavoro minorile e si interviene in soccorso dei bambini, GoodWeave offre una serie di servizi sociali. Lo scopo ultimo è di iscriverli a scuola con il supporto di GoodWeave e, se possibile, ricongiungerli alle loro famiglie. Tutti questi sforzi richiedono una gestione logistica in simultanea e la massima riservatezza.

Oggi le ispezioni vengono ancora condotte su supporti cartacei perché gli ispettori lavorano in zone dove è raro poter contare su elettricità e accesso
a Internet. I dati vengono quindi caricati su un server FileMaker presso la
sede centrale per successive analisi e azioni. Tuttavia, in futuro GoodWeave
ha intenzione di accelerare le ispezioni sostituendo la carta con iPad e
FileMaker Go.

GoodWeave International 4

Team minuscolo, missione immensa

Quando un tappeto viene prodotto da una struttura che non sfrutta
manodopera minorile e gli viene assegnato un numero, FileMaker ne tiene traccia, indipendentemente da dove verrà esportato nel mondo. I rivenditori
e i consumatori possono ritenersi orgogliosi, rispettivamente, di vendere e acquistare prodotti con etichetta GoodWeave. GoodWeave può garantire il proprio aiuto per risolvere uno dei problemi più difficili e allarmanti del mondo:
lo sfruttamento minorile.

Al momento l’organizzazione ha lanciato una nuova e avvincente campagna, “Stand with Sanju”, che si basa su una storia vera e ha contribuito ad accrescere ancora di più il successo dell’organizzazione.

“Siamo un team minuscolo che si dedica a una missione immensa,” afferma Smith. “Il contributo della nostra soluzione FileMaker è stato fondamentale per ottenere i successi nell’arresto dello sfruttamento minorile. In futuro, intendiamo riproporre lo stesso approccio basato sul mercato adottato con GoodWeave in altri settori industriali.”

Per i clienti:

Caroline Turnbull

Business Development Associate

GoodWeave International

2001 South Street NW, Suite 510

Washington, DC 20009

202-234-9050

Caroline@GoodWeave.com

www.goodweave.org

Per gli sviluppatori:

Karen Seiger

Strategic Marketing and Business Development

Colibri Solutions

873 Broadway, Suite 502A

New York, NY 10003

646-370-1005

Karen@colibrisolutions.com

www.colibrisolutions.com

Marie Renou
FileMaker Southern Europe
marie_renou@filemaker.com
http://www.filemaker.com/fr/

Close

GoodWeave International